Immagine

Il "caso Sirani" fra storia e mito. Il processo per il presunto avvelenamento della pittrice bolognese come fonte per la storia sociale e per la storia dell’arte
a cura di Diana Tura

visita guidata e laboratorio
per la scuola secondaria di I e II grado
durata: 2 ore - 2 ore e 30 min.

Dall’analisi di alcune opere della pittrice e dalla lettura di alcune parti degli atti processuali del 1665-1666, relativi al presunto avvelenamento di Elisabetta e conservati in Archivio di Stato, si ricavano elementi per delineare la vita e la personalità della pittrice, il suo significativo contributo alla pittura dell’epoca, ma anche il contesto familiare, sociale e politico-istituzionale in cui visse ed operò.
La lettura delle carte processuali, inoltre, offre lo spunto per analizzare, seppure sommariamente, le procedure giudiziarie del ‘600 a Bologna.

Fondi archivistici e serie di riferimento:

  • Tribunale del torrone
  • Atti dei notai del distretto di Bologna

 

Torna a La didattica