Immagine

Nell’ottica di offrire agli utenti la fruizione più completa e più agevole del proprio patrimonio documentario, l'Archivio di Stato di Bologna ha avviato negli ultimi anni un’intensa attività di digitalizzazione di alcuni dei principali fondi conservati nell’istituto.
Le immagini, realizzate in parte da studi esterni e in parte dal laboratorio di fotoriproduzione interno, sono disponibili per la consultazione on line attraverso una serie di gallerie virtuali e sono corredate da una breve descrizione o collegate alla banca dati del patrimonio archivistico.


È possibile richiedere una copia ad alta risoluzione (300 dpi) delle immagini, scrivendo all'indirizzo as-bo@beniculturali.it. Nella richiesta dovranno essere indicati con precisione: fondo, serie, numero della carta (specificando recto/verso). Per i costi e le modalità di pagamento si rinvia alla pagina del servizio di fotoriproduzione.

Le immagini presenti sul sito sono da intendersi per la sola consultazione privata e non sono utili per la stampa.


Cerca nelle immagini

ricerca libera denominazione
7 risultati pagina 1 di 1 indietro
  • Liber Paradisus (1257)
    Liber paradisus

    Riproduzioni digitali


    consistenza
    volume di 66 cc.

    Il Liber Paradisus è il memoriale della liberazione dei servi e delle serve della città e contado, che il comune di Bologna liberò il 3 giugno 1257.
    Nel volume sono elencati i nomi dei 5855 servi liberati e dei 379 padroni, introdotti da...
    (leggi tutto)

    note
    In occasione del 750° anniversario del Liber Paradisus, è stata realizzata l'edizione digitalizzata del volume, di cui può essere acquistato il cd.

    Liber Paradisus in Complessi archivistici
  • Prologhi del Liber Paradisus

    Riproduzioni digitali


    consistenza
    3 cc.

    La redazione dell'elenco dei servi da liberare fu un'operazione complessa, in quanto basata su un'indagine territoriale difficile soprattutto nelle zone appenniniche. L'incarico dell'indagine e della successiva redazione degli elenchi dei servi fu affidato...
    (leggi tutto)


    Prologhi del Liber Paradisus in Complessi archivistici
  • Registro Grosso (1116 maggio 15 - 1380 marzo 1)

    Riproduzioni digitali


    Il Registro Grosso è il primo cartulario ufficiale del Comune di Bologna. Promosso dai Procuratori del comune nel secondo decennio del sec. XIII, raccoglie in copia i documenti più importanti per l'autonomia politica della città e per l'acquisizione e...
    (leggi tutto)

    riferimenti bibliografici
    • L. Savioli, Annali bolognesi, tt. 3, Bassano 1784-94 (trascrizione parziale)
    • A. Hessel, Il più antico "chartularium" del comune di Bologna, in "L'Archiginnasio", II (1907), pp. 110-111
    • Chartularium Studii Bononiensis, vol. I, a cura di L. Nardi e E. Orioli, Bologna 1909, pp. 1-42 (trascrizione parziale)
    • P. Silvani, A proposito del diploma imperiale del 1116, in "AMER", 2 (1937), pp. 167-172
    • G. Orlandelli, Il sindacato del podestà. La scrittura da cartulario di Ranieri da Perugia e la tradizione tabellionale bolognese del sec. XII, Bologna 1963

  • Registro Nuovo

    Riproduzioni digitali


  • Indice del Registro Grosso e Nuovo

    Riproduzioni digitali


  • Il globo Coronelli dell'Archivio di Stato di Bologna. Una lunga avventura

    Riproduzioni digitali


    Trasferimenti rischiosi, intrighi politici, bombardamenti, vicende conservative al limite del pericolo si intrecciano nell'avventura secolare del globo terrestre di Vincenzo Coronelli di proprietà dell'Archivio di Stato di Bologna.
    Il globo celeste che...
    (leggi tutto)

  • Corporazioni religiose soppresse, Santa Caterina, 101/4027

    Riproduzioni digitali


    Quando nei primi anni venti del Cinquecento il vescovo suffraganeo permise a Barbara di Giovanni Orsi di stabilire a Bologna un monastero di vallombrosane, la badessa, appartenente a una delle famiglie patrizie della città, cominciò a far costruire il...
    (leggi tutto)

7 risultati pagina 1 di 1 indietro